Feed RSS Preferiti E-mail

A.R.I. Sezione di Vicenza "Renato Balboani"

Nominativo di Sezione: IQ3VI


Login



Home VHF UHF SHF Echolink
Echolink PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 04 Settembre 2011 12:01

 

ECHOLINK

 

 

La traduzione in parole del sistema ECHOLINK (inventato da Jonathan Taylor K1FRD) è in sintesi una connessione di stazioni Radioamatoriali attraverso la rete internet e interfacciata per essere inviata via radio.

L'audio del microfono viene convertito in segnale digitale dal software Echolink è trasmesso via internet tramite protocollo VOIP per poi essere riconvertito in segnale analogico e essere ritrasmesso via radio.

Il procedimento può essere effettuato anche nella maniera inversa se ci troviamo davanti a una radio.

Un'altro sistema è quello tramite due o più computer, ma quel punto ci troviamo ad un livello inferiore del classico Skype o altri sistemi VOIP, che oltre all'audio hanno ci hanno messo anche il video e non fanno parte della categoria dei software Radioamatoriali!

Per l'uso di Echolink bisogna scaricare il software che è gratuito, bisogna registrarsi sull'apposito sito che vaglierà le credenziali del richiedente. Ovviamente per la registrazione bisogna essere in possesso del nominativo e regolare autorizzazione di Radioamatore.

Altro dettaglio tecnico il sistema Echolink è in simplex ed usa prevalentemente la piattaforma Windows.

Con l'Echolink se ne può fare tre usi: il primo è quello di “single” come normale utilizzatore oppure “SysOp” che è diviso in due categorie di utilizzo.

La prima è la -L cioè una stazione radio attrezzata con il sistema Echolink che riceve e trasmette le comunicazioni in diretta su una frequenza sia in VHF che in UHF. Se ne trovano anche in SHF.

Il secondo metodo è quello di impostare il sistema Echolink in -R per portare il segnale proveniente da internet su un ripetitore di conseguenza la copertura del segnale risulta maggiore dando la possibiltà agli Utenti di collegarsi anche da lontano tramite un apparato portatile.

Ad ogni tipologia di impostazione di Echolink viene assegnato un codice di accesso numerico (numero di nodo) paragonabile ad un numero di telefono e componibile tramite un microfono munito di tastierino o apparato predisposto per la codifica DTMF.

I numeri di “nodo” possono essere chiamati da qualsiasi parte del mondo a patto che ci sia un ripetitore o una stazione munita di sistema Echolink, e viceversa contattati tramite computer attraverso una linea internet.

La cosa più importante per chi volesse avvicinarsi al sistema Echolink è quello di settare le porte di comunicazione: difatti il sistema adopera le porte TCP 5200 e le UDP 5198 5199 che devono essere aperte nel router e nel firewall di Windows.

Una cosa molto importante alla quale bisogna prestare attenzione è che l'uso errato dei comandi DTMF può provocare la disconnessione di altri utenti che stanno utilizzando il sistema.

Ovviamente per avere un sistema ottimizzato al meglio è quello di bilanciare a puntino i volumi audio in modo da non avere distorsioni audio e diventare incomprensibili.

La taratura può essere effettuata tramite un server dedicato (Echotest) o usare lo strumento che misura la quantità di modulazione all'interno del software.

Cosa serve per creare un nodo -L o -R? Un computer performante (deve rimanere acceso 24 su 24), sistema operativo meglio se Windows per il buon funzionamento del software (con altri sistemi con emulatori è molto instabile), una buona scheda audio, una interfaccia optoisolata tipo quella usata per il PSK31 e un ricetrasmettitore, un alimentatore a 13.8 V.una scheda di rete 10/100 e almeno una porta seriale per la commutazione tra RX e TX dell'apparato radio.

Per un normale utilizzatore "single user" basta un pc fisso o portatile munito di microfono e altoparlanti.

Il software la registrazione e altra documentazione ufficiale si trova solo sul sito www.echolink.org

Ovviamente questo enorme sistema rimane in piedi grazie a moltissimi Radioamatori e Associazioni Radioamatoriali come la nostra Sezione A.R.I. di Vicenza che in tutto il mondo mettono a disposizione le proprie reti internet, i server, le radio, i ponti radio, i computer, l'energia elettrica per far funzionare le macchine giorno e notte 365 giorni l'anno oltre all'esperienza per per una buona manutenzione.

In conclusione il nostro numero di nodo per accedere al ripetitore IR3UA 430.075 shift + 1.600 Mhz. è 677889!!

 

 

73 GOOD LUCK DE IZ3NWP

Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Agosto 2016 15:36
 

Utilità


qrzcom


 

Buckmaster Callbook Buckmaster


 

eQSL


 




Copyright © 2011 ARI Vicenza - Informativa Privacy