Feed RSS Preferiti E-mail

A.R.I. Sezione di Vicenza "Renato Balboani"

Nominativo di Sezione: IQ3VI


Login



Home Patente di Radioamatore
La patente del Radioamatore PDF Stampa E-mail

Preparazione agli esami

Per apprendere quanto occorre a superare il Test d'esame, necessario al conseguimento della patente, il candidato deve acquisire cognizioni su argomenti di elettrologia, radiotecnica e sui regolamenti internazionali delle telecomunicazioni, così come indicato dal Decreto Ministeriale (Vedi Regolamento Radiantistico) Le nozioni relative a tali argomenti si possono apprendere consultando e studiando su appositi testi, meglio se scritti da radioamatori per i radioamatori.

Seguendo queste indicazioni, è possibile a chiunque disponga di un minimo di buona volontà, ottenere una sufficiente preparazione per superare l'esame in modo corretto.

Iscrizione agli esami per l'ottenimento della patente

Riassumendo le disposizioni contenute nel Decreto che disciplina in Italia l'attività radiantistica e nelle successive disposizioni amministrative (Decreto Legislativo 1 agosto 2003 n° 259 e relativo Regolamento di attuazione), ecco come occorre procedere per ottenere la patente di operatore, primo passo per ottenere poi la licenza di radioamatore.

La patente, infatti, abilita all'esercizio di una stazione radiantistica (in pratica come la patente automobilistica abilita alla guida di un automezzo), ma non autorizza ancora chi ne è titolare a possedere una propria stazione, per avere la quale occorre conseguire l'Autorizzazione.

RTX VHF Kenwood mod. TS-711RTX VHF Kenwood mod. TS-711La patente permette l'utilizzo di tutto lo spettro delle frequenze adibite all'uso amatoriale da pochi KiloHertz ai GigaHertz, a partire dalle onde lunghe fino alle microonde, con potenza massima ammessa di 500 Watts.

Il Ministero Telecomunicazioni indìce ogni anno, di norma, due sessioni di esami per il conseguimento della patente: solitamente in giugno ed in novembre, se non ci sono molti inscritti viene svolto solo l'esame di novembre.

La domanda di ammissione agli esami deve essere indirizzata al Ministero Telecomunicazioni - Ispettorato Territoriale competente per territorio sulla località dove il richiedente è domiciliato.

Poiché alcuni Ispettorati Territoriali estendono la loro competenza su due Regioni, nel caso sussista incertezza, potranno essere richieste informazioni al Ministero o alla Sezione ARI del luogo di residenza.

Il termine utile per la presentazione delle domande per gli esami della sessione primaverile è il 30 aprile; quello della sessione autunnale è invece il 30 settembre di ogni anno. Il limite di età è per il conseguimento della patente è di 16 anni.

Nella domanda di ammissione agli esami non dovranno essere compresi documenti relativi alla richiesta dell'Autorizzazione all'impianto della stazione quest'ultima potrà essere richiesta al Ministero soltanto dopo aver conseguito la patente di operatore e il nominativo.

L'esame per il conseguimento della patente di operatore di stazione di radioamatore consiste in una prova scritta di radiotecnica sotto forma di test, con alcune domande che prevedono la scelta della giusta risposta tra alcune proposte, altre domande saranno dedicate alla spiegazione di semplici circuiti ed alla norme del Regolamento dei radioamatori . Della Commissione esaminatrice fa sempre parte un rappresentante dell'A.R.I.

Dopo il conseguimento della Patente il radioamatore riceve dal Ministero Telecomunicazioni un nominativo personale (es: IZ3AAA - sono sei caratteri dei quali il primo e' la "I" di Italia, il secondo e' una lettera casuale, il terzo carattere è il numero corrispondente alla regione italiana di residenza, per il Veneto sarà il 3; seguono poi altre tre lettere casuali). Una volta in possesso del nominativo si puo' far richiesta dell'Autorizzazione per l'impianto della stazione e così sara' possibile iniziare l'attività; in alternativa si puo' trasmettere utilizzando la stazione di un altro radioamatore già in possesso di Autorizzazione. La patente di Radioamatore e' sempre valida mentre l'Autorizzazione ha validità di 10 anni ed è rinnovabile. Per il mantenimento della validità dell'Autorizzazione è necessario pagare un canone annuale al Ministero Telecomunicazioni, che consiste in 5 euro.

I versamenti in c.c.p. vanno intestati ai rispettivi Ispettorati Territoriali di cui all'elenco riportato qui: >>.

Da notare che l'Autorizzazione è rilasciata solo a chi abbia raggiunto il sedicesimo anno di età. Come abbiamo visto prima, chi ha conseguito il diploma o laurea in Elettronica o che abbia conseguito determinate esperienze durante la carriera militare e' esonerato dall'obbligo di sostenere gli esami per conseguire la patente di radioamatore. Informazioni più dettagliate in merito e fac simili delle domande sono inserite nel decreto e Regolamento raggiungibili dai links qui sotto.

 

Utilità


qrzcom


 

Buckmaster Callbook Buckmaster


 

eQSL


 




Copyright © 2011 ARI Vicenza - Informativa Privacy