Feed RSS Preferiti E-mail

A.R.I. Sezione di Vicenza "Renato Balboani"

Nominativo di Sezione: IQ3VI


Login



Home Chi sono i radioamatori ?
Chi sono i radioamatori ? PDF Stampa E-mail

Che significato ha oggi l'attività del radioamatore? Oggi navighiamo su Internet, siamo avviluppati dai campi elettromagnetici dei telefonini, dei ricevitori televisivi, dei forni a microonde; a casa possiamo vedere la TV mondiale via satellite, in macchina si può individuare con precisione quasi centimetrica la propria posizione per mezzo del GPS...

Tutte queste novità elettroniche rendono la "Radio" una cosa obsoleta, un mezzo di comunicazione forse ormai superato ... o no?

Ma nell'attività del radioamatore c'è ancora qualcosa di diverso. Forse è ancora percepibile uno spirito di avventura che la TV digitale e Internet non possono fornire.

Ricetrasmettitore CW mod. Heathkit HW-9Ricetrasmettitore CW mod. Heathkit HW-9

Per esempio ecco la possibilità dell'esplorazione di nuove frontiere tecniche e della scienza delle radiocomunicazioni fatta in prima persona, spesso con la preparazione e la costruzione degli apparecchi e delle antenne necessarie, con l'impiego di tecniche digitali e non, con l'ascolto e la trasmissione su frequenze sparse su tutto lo spettro delle onde radio, dalle lunghissime VLF (quasi degli ultrasuoni), alle EHF regno delle microonde ed oltre.

Ecco l'emozione del contatto diretto e immediato via radio con persone di tutte le parti del mondo, con l'utilizzo delle lingue straniere magari imparate a scuola e non più utilizzate nella vita normale. E dove non arriva la voce, si ricevono ancora chiaramente i deboli punti e linee del Codice Morse che permette al segnale di superare qualsiasi distanza, anche di arrivare dall'altra parte del globo. L'avvenuto collegamento è spesso coronato dall'arrivo della famosa cartolina QSL, magari inserita in una busta affrancata con francobolli esotici, nella quale sono descritte le modalità dell'avvenuta trasmissione assieme ad altre informazioni che aprono un'interessante finestra su realtà spesso diversissime dalla nostra.

Ecco la fattiva partecipazione alle radiocomunicazioni di emergenza in occasione di calamità naturali, quando l'energia elettrica e i telefoni non sono disponibili, e solo i radioamatori con i loro apparati personali possono permettere alla Protezione Civile di coordinare i soccorsi. L'impegno profuso nell'attività di prevenzione dai gruppo di protezione civile dell'A.R.I. è stato costante, dalle inondazioni del Polesine negli anni '50 e via via durante tutte le calamità che hanno perseguitato il nostro Paese, fino ai nostri giorni.

RTX HF Kenwood mod. TS-440SRTX HF Kenwood mod. TS-440SInoltre "Radio" è cultura, è storia scritta ormai da più di un secolo, iniziata con il famoso colpo di fucile che avvertiva Guglielmo Marconi del successo del primo esperimento, proseguita tra le due guerre mondiali e che continua oggi con i collegamenti tra i radioamatori e gli astronauti della "MIR" e della "International Space Station"; storia che si può studiare, collezionare, riportare in vita riparando, esaminando ed ascoltando vecchi apparecchi civili e militari.

Tutto questo e altro ancora può essere legalmente alla portata di chi si avvicina al "Radiantismo", come viene definita dai media la passione per la Radio, e che dopo un esame di teoria e di pratica ottiene dal Ministero delle Poste e Telegrafi la patente di operatore radio, ed una sigla (nominativo) riconosciuta a livello internazionale.

L'Associazione Radioamatori Italiani (A.R.I.) conta circa 15.000 iscritti, è la filiazione italiana della I.A.R.U. (International Amateur Radio Union), e ogni anno organizza corsi per radioamatori; a Vicenza negli anni scorsi ha chiesto la collaborazione dell'Istituto Tecnico Industriale A. Rossi, che tra le varie specializzazioni ha appunto quella delle Telecomunicazioni. L'Istituto ritenendo valida l'iniziativa, ha reso disponibile l'utilizzo serale di un'aula per gli iscritti al corso, e ai Radioamatori già patentati che si sono alternati per le spiegazioni alla lavagna è sembrato di tornare indietro con gli anni, quando anche loro frequentavano da studenti la stessa scuola.

Lucio Roetta, IK3HIA

 

Utilità


qrzcom


 

Buckmaster Callbook Buckmaster


 

eQSL


 




Copyright © 2011 ARI Vicenza - Informativa Privacy