Feed RSS Preferiti E-mail

A.R.I. Sezione di Vicenza "Renato Balboani"

Nominativo di Sezione: IQ3VI


Login



Home ATV ATV
ATV PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 24 Marzo 2011 13:07

 

A T V

 

Cosa significa la parola ATV nel linguaggio radioamatoriale? ATV è l'acronimo di Amateur Tele Vision è una trasmissione radio composta non solo dal tradizionale audio ma affiancata anche da un segnale video, in sostanza è quello che accade nelle nostre case quotidianamente quando accendiamo il televisore, il tutto però viene svolto nelle bande radioamatoriali. Questo dà la possibilità ai radioamatori di comunicare sia in audio che in video tramite dei ponti ripetitori fino a giungere anche a parecchi chilometri di distanza. La parte tecnica si sviluppa con il segnale video che viene modulato in FM

come nel broadcasting, la banda del segnale è di 27 megahertz, la portante audio è monofonica ed è a 6,5 Mhz. dal video nello standard italiano. La banda di frequenza usata in trasmissione per l'ATV sono le SHF a 1,2 Ghz. ed è stata scelta per motivi di larghezza di banda e viene usata per l'uplink cioè in ingresso del ripetitore.

C'è la possibilità di fare trasmissioni anche in diretta ma visto la criticità della frequenza usata bisogna lavorare in ottica cioè le due antenne la trasmittente e la ricevente si devono vedere. I trasmettitori per i 1200 Mhz. nella la maggior parte sono autocostruiti ma se ne trovano anche in commercio, però purtroppo non sono molto economici. Le antenne per la trasmissione a 1,2 Ghz. sono le più svariate, si va dalla classica antenna a pannello, la gregoriana, la yagi per finire con la più economica antenna “barattolo” ovviamente autocostruita (economica o autocostruita

non vuol dire che non è performante.....anzi!) i progetti si trovano tranquillamente in internet. All'uscita del repeater ci troviamo a ricevere una frequenza un po più alta rispetto all'ingresso, siamo nella gamma dei 10 Ghz. (lo spettro di frequenza assegnato ai radioamatori va da 10.450 a 10.500 Mhz.) un po più sotto delle trasmissioni broadcast via satellite. Per la ricezione a 10 Ghz. si usano dei ricevitori SAT analogici chiamiamoli pure di prima generazione, in effetti da qualche anno si stanno usando quelli di seconda generazione cioè i digitali ma per il momento a disposizione non ci sono pochissimi ponti ripetitori digitali e quindi una scarsa copertura del segnale irradiato. Per la ricezione analogica consiste nel modificare un l'LNB per la ricezione SAT spostandolo circa di 300 Mhz. più sotto rispetto la banda broadcasting in modo tale da abbassare il valore dell'oscillatore locale e renderlo compatibile con le frequenze ATV, ovviamente l'antenna non è composta dal solo LNB ma anche da una parabola di tipo SAT(primo fuoco o offset), il segnale convertito entra nel ricevitore satellitare e così abbiamo il ricevitore per l'ATV. In abbinamento alla stazione ATV ovviamente va messo in conto che ci vuole un microfono e una telecamera e magari un generatore di monoscopio che non fa mai male sopratutto in fase di taratura dei segnali video, una pagina internet consigliata per dare un sguardo ad alcuni monoscopi e stazioni ATV è la sequente: http://www.hamradio.si/~s51kq/ATVrptLIVE.HTM

Che altro dire buon ATV a tutti.

IZ3NWP Luca

Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Agosto 2016 15:37
 

Utilità


qrzcom


 

Buckmaster Callbook Buckmaster


 

eQSL


 




Copyright © 2011 ARI Vicenza - Informativa Privacy